|
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
unionearchitetti
  • News » Attualità

Prevenzione e sicurezza del territorio: arriva Casa Italia

“Dopo il grave sisma che ha colpito Lazio, Umbria e Marche è pronto a partire il progetto per la prevenzione e sicurezza del territorio “Casa Italia” annunciato dal Presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

 


Prevenzione e sicurezza del territorio: arriva Casa Italia

“Dopo il grave sisma che ha colpito Lazio, Umbria e Marche è pronto a partire il progetto per la prevenzione e sicurezza del territorio “Casa Italia” annunciato dal Presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Contemporaneamente, nella immediata emergenza post-sisma, l’Esecutivo pensa di spostare quanto prima gli abitanti delle aree colpite dal terremoto dalle tende e dar il via alla costruzione di casette di legno temporanee (Map / moduli abitativi provvisori) per gli abitanti delle aree colpite dal terremoto.

Sono stati stanziati, a tal fine, 1,2 miliardi di euro. Nella sola Amatrice serviranno circa 600 moduli. La protezione Civile ha bandito, in passato, una serie di gare Consip preventive e una di queste prevede, nello specifico, la fornitura di “soluzioni abitative di emergenza”.

I moduli previsti sono, rispettivamente da 40, 60 e 80 metri quadrati,  per nuclei familiari di 2, 3-4 e 5-6 persone. Sono altresì previsti e  in fase di realizzazione anche i moduli di utilizzo provvisorio scolastico (Musp), al fine di far partire nell’immediato le attività scolastiche sui territori di colpiti dal terremoto. Secondariamente sarà effettuata la vera e propria ricostruzione con un piano puntuale e preciso di interventi strutturali.

Piano per la prevenzione e sicurezza del territorio che dovrà essere approntato entro il prossimo 15 Ottobre (presentazione della Legge di Stabilità da parte dell’Esecutivo).

Sarà compito dell’Autorità Nazionale Anticorruzione monitorare in maniera precisa sulla trasparenza attinente la ricostruzione in concerto con la Protezione Civile. Seguirà poi un ampio e vasto piano a lungo termine  che andrà avanti per anni (almeno due generazioni) e che servirà alla prevenzione/rischio del territorio italiano e investirà tutto il Paese riguardando sia l’adeguamento antisismico di tutte le abitazioni sia gli interventi sul dissesto idrologico. Il progetto “Casa Italia”, infatti,  nelle intenzioni del Governo investirà  scuole,  periferie, strade, ferrovie, dighe, depuratori, periferie urbane, case popolari e impianti sportivi, siti e beni culturali, adeguamento all’efficienza energetica delle abitazioni.

Viene infine evidenziato che sulla Gazzetta ufficiale n. 201 del 29 Agosto 2016 è stata pubblicata l’ Ordinanza n. 389 del 28 Agosto 2016del Capo del Dipartimento della Protezione Civile recante “  ulteriori interventi urgenti nelle Regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo interessate dal terremoto dello scorso 24 agosto”.

 

Il testo del provvedimento contiene 4 articoli di seguito elencanti: trattamento dei dati personali dei soggetti che operano nel Servizio Nazionale della protezione civile; gestione dei rifiuti urbani indifferenziati prodotti nelle aree di assistenza alla popolazione; deroghe ad alcune disposizioni normative per realizzare con urgenza gli interventi; donazioni raccolte a favore delle popolazioni colpite dal terremoto.




Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!


UnioneArchitetti