|
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
unionearchitetti
  • News » Attualità

Appalto di lavori, il Tar Valle d'Aosta sull'incompatibilità del progettista

Sull'illegittimità dell'ammissione alla gara qualora il responsabile del team di progettazione coincide con il professionista che ha redatto il progetto per la stazione appaltante

 


Appalto di lavori, il Tar Valle d'Aosta sull'incompatibilità del progettista

È illegittima l’ammissione alla gara, per l'affidamento di interventi di realizzazione di un’opera finanziata dalla Regione, del concorrente il cui responsabile del team di progettazione è il professionista che ha redatto il progetto, su incarico della stazione appaltante.

Lo ha ricordato il Tribunale Amministrativo Regionale della Valle D'Aosta nell'ordinanza n. 21/2017 pubblicata l'11 luglio.

Nell'ordinanza il Tar Valle d'Aosta rammenta che l’art. 24, comma 7 del nuovo Codice dei contratti (d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50) impone che gli affidatari di incarichi di progettazione per progetti posti a base di gara non possono essere affidatari degli appalti per i quali abbiano svolto la suddetta attività di progettazione - norma che estende il principio, di terzietà, anche al soggetto controllato, controllante o collegato all'affidatario di incarichi di progettazione nonché ai dipendenti dell'affidatario dell'incarico di progettazione, ai suoi collaboratori nello svolgimento dell'incarico e ai loro dipendenti, nonché agli affidatari di attività di supporto alla progettazione e ai loro dipendenti.

Il conflitto di interesse può essere anche solo potenziale, volendo la norma evitare in via preventiva situazioni di contrasto eventuale, ma anche in considerazione della posizione rilevante che il progettista avrebbe dovuto assumere in sede di controllo della congruità e corrispondenza dell’opera.

 

Unica possibilità di deroga è nel caso in cui si riesca a dimostrare che l'esperienza acquisita nell'espletamento degli incarichi di progettazione “non è tale da determinare un vantaggio che possa falsare la concorrenza con gli altri operatori”.






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!


UnioneArchitetti