domenica, Aprile 11, 2021
0 Carrello
Edilizia

Agevolazioni per ristrutturazioni edilizie e risparmio energetico

La proroga al 31 Dicembre 2015 delle agevolazioni fiscali (ristrutturazione o interventi finalizzati al miglioramento delle prestazioni energetiche) non è l’unica novità introdotta.

1.23KVisite

Con le dovute cautele, si possono eseguire interventi di manutenzione straordinaria tramite presentazione della Comunicazione di Inizio Lavori accompagnata da dichiarazione tecnica attestante la compatibilità antisismica dell’intervento.

Per le agevolazioni fiscali sono due le tipologie di intervento ammesse al beneficio:

  • risparmio energetico
  • ristrutturazioni edilizie

Per ciascuna è necessario seguire procedure specifiche: fino al 31 Dicembre 2015, termine delle agevolazioni per il risparmio energetico; dal 1 Gennaio 2016 esclusivo accesso alle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie.

 

Risparmio energetico

Consiste in detrazioni dall’Irpef o dall’Ires ed è concessa per interventi che migliorino l’efficienza energetica degli edifici esistenti. Dal 1 Gennaio 2015, fra le tipologie di intervento, ve ne sono due ulteriori, schematizzate di seguito:

 

Con l’entrata in vigore del decreto sulle semplificazioni rimane in vigore l’obbligo di trasmettere in via telematica, entro 90 giorni dalla data di fine lavori, copia dell’attestato di certificazione o qualificazione energetica e scheda informativa relativa agli interventi realizzati.

Le detrazioni, da ripartire in dieci rate annuali di pari importo, sono:

55% delle spese sostenute fino al 5/6/2013

65% delle spese sostenute dal 6/6/2013 al 31/12/2015 per interventi su singole unità immobiliari o su parti comuni di edifici condominiali o riguardanti tutte le unità immobiliari del singolo condominio

 

Ristrutturazioni edilizie

Il presupposto di applicazione riguarda interventi su singole unità immobiliari residenziali o parti comuni di edifici residenziali e nella quota con la quale si sostengono le spese. La detrazione ordinaria è del 36% delle spese sostenute, fino a un ammontare complessivo non superiore a € 48.000,00 per unità immobiliare. Per le spese effettuate dal 26/6/2012 al 30/6/2013 tale detrazione si eleva al 50% per un importo massimo di spesa ammessa al beneficio di € 96.000,00. Maggiori benefici sono previsti per interventi di adozione di misure antisismiche su costruzioni situate in zone sismiche ad alta pericolosità ed adibite ad abitazione principale o ad attività produttiva; in questo caso la detrazione è del 65% delle spese effettuate dal 4/8/2013 al 31/12/2015 per un ammontare massimo di spese di € 96.000.

L’agenzia delle Entrate precisa che la detrazione per le ristrutturazioni edilizie non è cumulabile con l’agevolazione prevista per il risparmio energetico (65%) e viceversa, per cui il contribuente può accedere solo ad uno dei benefici per lo stesso intervento.

Da quanto detto giova ricordare che è essenziale il supporto di professionisti con competenze specifiche in materia fiscale, tecnica e di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Da tale considerazione derivano, infatti, le opportunità di lavoro per tecnici e consulenti.

I clienti Blumatica apprezzano la semplicità d’uso delle applicazioni, ritenendole un valido supporto per l’elaborazione della documentazione da trasmettere ai vari enti. Blumatica Energy per l’attestato di certificazione o di qualificazione energetica e Blumatica PSC per la redazione e gestione degli obblighi previsti dal D. Lgs. 81/08.

 

Artciolo di Blumatica

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi