giovedì, Marzo 30, 2023
0 Carrello
Eventi

Al via a Cortina la Biennale Barbara Cappochin

La presentazione alla stampa avrà luogo il prossimo 7 dicembre a Cortina d’Ampezzo, al via la Biennale Barbara Cappochin.

1.73KVisite

Giunta alla sua settima edizione, la Biennale Barbara Cappochin è promossa dalla Fondazione Barbara Cappochin e dall’Ordine degli Architetti della Provincia di Padova, in collaborazione con la Regione del Veneto, il Comune di Cortina d’Ampezzo, l’Unione Internazionale degli Architetti (U.I.A.), il Consiglio degli Architetti d’Europa (C.A.E.) e con il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori. La Biennale ha come suo fine quello di valorizzare le opere di architettura e di rigenerazione urbana sostenibile che si distinguono per qualità, per far emergere il ruolo centrale e la responsabilità civile dell’architettura.

Qual è programma per l’edizione 2015 della Biennale Barbara Capocchin

La giornata del 7 Dicembre si preannuncia come ricca di appuntamenti. Alle 15,00, al Centro Congressi “Alexander Girardi Hall”, i vincitori delle diverse sezioni su cui è articolato il Premio presenteranno le loro opere migliori; presentazione anche da parte di quegli architetti che si sono visti assegnare le Menzioni d’Onore. Alle 18.00, in Corso Italia, è prevista la cerimonia pubblica di inaugurazione de “I Cinque Tavoli dell’Architettura” che potranno essere ammirati fino al 7 febbraio 2016. Alle ore 21,00, invece, allo Stadio Olimpico del Ghiaccio si terrà la cerimonia di premiazione seguita da uno spettacolo di pattinaggio artistico con Carolina Kostner.

A testimonianza della centralità del tema della rigenerazione urbana sostenibile nell’ambito della Biennale Barbara Cappochin, che quest’anno ha luogo in concomitanza con Cortina Fashion Week, sono in programma anche due Conferenze. L’8 e il 9 dicembre, al Centro Congressi Alexander Girardi Hall, su “Rigenerare le città per tutelare il territorio – Esperienze Europee a confronto” (Grenoble, Marsiglia, Elche) e su “Il contributo di URBANMETA ai Progetti di Legge della Regione del Veneto in materia di contenimento del consumo di suolo e di rigenerazione urbana”.

Quest’ultima conferenza è organizzata dallo stesso “Urbanmeta”, coordinamento trasversale sottoscritto in Veneto da diciannove categorie regionali economiche, professionali, culturali, sociali e ambientaliste (Ance Veneto, Confindustria Veneto, Università degli Studi di Padova, Federazione Ordini Architetti del Veneto, Federazione Ordini degli Ingegneri del Veneto, Federazione Ordini Dottori Agronomi e Dottori Forestali del Veneto, Ordine dei Geologi del Veneto, Ordine degli Psicologi del Veneto, Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil, Legambiente Veneto, Istituto Nazionale di Urbanistica, Istituto Nazionale di Bioarchitettura – Coordinamento Veneto, ANBI Veneto – Unione Regionale Consorzi di Gestione e Tutela del Territorio e Acque Irrigue, Gruppo di Azione Locale (GAL) del Veneto, Centro Studi Urbanistici del Veneto, Unioncamere Veneto, Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici), per affrontare congiuntamente, con una visione organica e multidisciplinare, il tema del governo del territorio e in particolare della rigenerazione urbana sostenibile. Seguirà la Tavola Rotonda “Rigenerare le città per consumare meno suolo – confronto tra le politiche regionali” ed in particolare tra le esperienze del Veneto, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Liguria e Marche.

 

La Fondazione Biennale Barbara Cappochin ha il fine di mantenere vivo il ricordo di Barbara, giovane studentessa della facoltà di Architettura IUAV di Venezia, anche attraverso la promozione della qualità dell’architettura. Per maggiori informazioni è possibile visionare il sito http://www.barbaracappochinfoundation.net

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi