sabato, Aprile 1, 2023
0 Carrello
Professionisti

“Investire in cultura per uscire dalla crisi economica”: parla il presidente degli architetti italiani

Il presidente degli architetti italiani Leopoldo Freyrie ribadisce il bisogno di Investire nella creatività e nella cultura

1.65KVisite

“Investire nella creatività e nella cultura soprattutto ora che si intravvedono timidi segnali di ripresa per la nostra economia, è questa la strada che ci indica il Rapporto Symbola “I.T.A.L.I.A., Geografie del nuovo made in Italy ”così Leopoldo Freyrie, presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori italiani “sottolineando come cultura, qualità, conoscenza sono nel DNA del nostro Paese, rappresentano la nostra storia, ma soprattutto possono rappresentare il nostro futuro”.

 “Per noi architetti il Rapporto Symbola è un ulteriore stimolo a mobilitarci, sempre di più, nella missione etica e culturale di educare alla bellezza per poter rispondere alla domanda di qualità e di benessere  che viene dai nostri concittadini e per poter tornare a parlare di sviluppo e di rigenerazione urbana. Il nostro monito affinché si torni ad investire sulla qualità del progetto non è affatto la rivendicazione di una categoria professionale, ma rappresenta una necessità imprescindibile per chi ha l’ambizione di pensare al futuro del nostro Paese.”

Parole che mirano ad approfondire gli aspetti culturali e sociali dell’architettura, quelle espresse dal presidente degli architetti italiani commentando il recente rapporto Symbola diffuso proprio in questi giorni, “noi architetti siamo disponibili a contribuire alla  trasformazione del territorio e delle nostre città in una miniera di cultura, formazione e bellezza; per risolvere i problemi della condizione del patrimonio edilizio italiano; per innovare i modelli e tecniche dell’abitare e per  promuovere la sostenibilità ecologica ed economica”.

“Di questo nuovo corso” ha concluso il presidente degli architetti italiani “non possiamo non dare atto all’onorevole Realacci, presidente di Symbola,   di essersi sempre impegnato con iniziative politico – parlamentari volte a stimolare e a promuovere la qualità dell’architettura come mezzo per fare sì che la bellezza della città e dei paesaggi non sia un costo economico, bensì un fine sociale e culturale da perseguire con testarda determinazione”

Che cosa è la fondazione Symbola?

Symbola è la Fondazione per le Qualità Italiane. Nate nel 2005 con l’obiettivo di promuovere un nuovo modello di sviluppo orientato alla qualità in cui si fondono tradizione, territorio, ma anche innovazione tecnologica, ricerca, design. In una sola parola, la soft economy: un’economia della qualità in grado di coniugare competitività e valorizzazione del capitale umano, crescita economica e rispetto dell’ambiente e dei diritti umani, produttività e coesione sociale.

Attualmente la rete associativa Symbola è costituita da oltre 150 organizzazioni.

 

La Fondazione svolge la sua attività prevalentemente attraverso ricerche, fra cui il PIQ, Prodotto Interno di Qualità e BQI, Banca delle Qualità Italiane – dossier, rapporti, incontri, seminari, azioni di comunicazione e di formazione, corsi e master in collaborazione con istituzioni, enti di ricerca, associazioni pubbliche e private.  

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi