sabato, Aprile 20, 2024
0 Carrello
Eventi

Un trionfo di ecosostenibilità per il padiglione Belgio Expo 2015

Per la costruzione del padiglione Belgio sono stati scelti solo materiali naturali e facilmente riciclabili.

1.82KVisite

Un padiglione Belgio dall’architettura audace, con una scenografia avveniristica e dotato di allestimenti tematici che seguono tutti il medesimo filo conduttore.

Il padiglione Belgio , realizzato dall’architetto Patrick Genard, è stato presentato alcuni giorni fa nelle sale di palazzo Bocconi a Milano.

Nel corso della conferenza di presentazione, complice forse anche il pochissimo tempo che manca alla tanto attesa inaugurazione ufficiale dell’Expo 2015 ha visto la partecipazione di un folto pubblico, tra cui spiccava per importanza del ruolo il Commissario generale del padiglione Belgio Leo Delcroix, l’ambasciatore belga Vincent Mertens de Wilmars e il Direttore Visitor Experience & Exhibition Design di Expo S.p.A. Matteo Gatto, oltre allo stesso Genard.

Il padiglione Belgio, come gi detto, propone alcune delle soluzioni ecosostenbili più affascinati, consentendo a ognuno di scoprire le problematiche da affrontare e le relative soluzioni scientifiche che sono state sviluppate. Il padiglione Belgio, progettato in collaborazione con Marc Belderbos, è incentrato sulla sostenibilità ambientale come ha spiegato l’architetto Patrick Genard, vuole esprimere  il tema stessa di Expo Milano 2015 a tutti i livelli: dall’architettura ai dettagli della scenografia, fino all’offerta gastronomica, per fornire una risposta integrata e coerente alle questioni vitali sollevate.

L’edificio è un modello in scala di una rivoluzionaria soluzione di pianificazione urbana che tiene conto dello sviluppo territoriale e della crescita demografica, con particolare attenzione alla problematica della diminuzione delle risorse naturali.

Il riferimento all’architettura agricola e l’allusione alla fattoria tradizionale sono stati pensati come trait d’union tra due tradizioni agricole vicine ma allo stesso tempo diversissime:

quella belga

quella milanese

I materiali utilizzati per la costruzione del padiglione, tutti selezionati con grandissima cura, mirano inoltre ad accentuare ancora di più le tematiche del riuso e del riciclo. Semplificando, e di molto visto l’immane lavoro di progettazione, possiamo comunque affermare che le sue caratteristiche ecosostenibili si sviluppano attorno a tre aspetti importanti del funzionamento dell’edificio: innanzitutto un fabbisogno energetico limitato, quindi la gestione del fabbisogno idrico e infine l’utilizzo di materiali naturali e riciclabili. 

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi