venerdì, Aprile 19, 2024
0 Carrello
Eventi

Xella: la sostenibilità, l’evoluzione e il futuro nel DNA

Per Xella la fiera Klimahouse – Bolzano 31 gennaio/3 Febbraio ’24 – rappresenta l’immancabile e prezioso appuntamento per dare risalto alle ultime novità

Xella: la sostenibilità, l’evoluzione e il futuro nel DNA
Fieramesse,Messe Bozen,foto Marco Parisi
414Visite

Per Xella la fiera Klimahouse – Bolzano 31 gennaio/3 Febbraio ’24 – rappresenta l’immancabile e prezioso appuntamento per dare risalto alle tante novità che negli ultimi mesi hanno interessato e che interesseranno a breve sia la gamma prodotti che lo sviluppo di nuovi servizi. Xella vi aspetta nello spazio B06/28, Pad. AB per condividere con tutti gli operatori del settore i vantaggi di soluzioni costruttive sostenibili, sempre più semplici da posare e complete.

Fieramesse,Messe Bozen,foto Marco Parisi

Le innovazioni per costruire bene

Xella è da sempre orientata verso un futuro delle costruzioni che sia per tutti sostenibile e efficiente. Le soluzioni sviluppate grazie ad un intenso e costante impegno in ricerca e sviluppo permettono all’azienda di offrire al mercato prodotti e servizi in grado di rispondere a richieste sempre più elevate in termini di performance, praticità e semplificazione del lavoro e del cantiere.

 Recentemente la gamma dei prodotti di Xella si è ampliata con la nuova proposta delle Tramezze Ytong Y-PRO XL,un nuovo prodotto dal grande formato studiato per realizzare pareti e divisori interni richiedendo meno tempo e meno manodopera. Con Ytong Y-PRO XL bastano infatti solo 4 pezzi per realizzare 1 mq di parete, contro i 16 di un sistema costruttivo tradizionale.

La velocità di posa è potenziata dalla tecnica di posa a giunto sottile, da effettuarsi con l’apposita spatola, che ottimizza le operazioni, la quantità di materiale utilizzato e riduce al minimo gli sprechi di materiale, lasciando il cantiere sempre pulito e ordinato. In fase di posa, l’utilizzo di Ytong Y-Pro, genera meno sfridi rispetto ai sistemi tradizionali e offre la possibilità di recuperare gli scarti di lavorazione dei blocchi per riutilizzarli con semplicità.  

Oltre all’aspetto strutturale delle murature, il sistema costruttivo in CAA proposto da Xella si completa con i prodotti premiscelati della gamma Ytong: i rasanti, gli intonaci e i rivestimenti di ultima generazione, prodotti nello stabilimento Xella di Pontenure, presentano formulazioni ulteriormente migliorate: questo upgrade si traduce in un livello di lavorabilità ancora superiore rispetto al passato e un elevato contenuto di riciclato e sottoprodotto variabile tra il 12 e il 22%, a seconda dell’articolo, in conformità a quanto previsto dal Decreto C.A.M. e secondo le indicazioni del Protocollo LEED. La composizione dei prodotti premiscelati, assimilabile e coerente con i blocchi Ytong, offre perfetta compatibilità e omogeneità all’intero ciclo, oltre al vantaggio di una fornitura unica.

Le scelte e il percorso di sostenibilità: la circolarità e i vantaggi per l’ambiente

Il percorso dell’azienda Xella verso politiche sempre più premianti e ambiziose di sostenibilità parte da lontano e prosegue a ritmo serrato verso gli obiettivi ambientali che il Gruppo ha stabilito e dichiarato, in coerenza con l’agenda 2030. Le azioni a tutela dell’ambiente abbracciano tutti gli ambiti aziendali: dai processi produttivi, alla scelta delle materie prime, alla possibilità di reimmettere in produzione i materiali recuperati, alla prodizione e utilizzo di energie rinnovabili, al basso impatto ambientale dei prodotti e alla possibilità di riciclarli a fine vita.

L’impianto industriale piacentino di Pontenure, annoverato fra i siti produttivi più all’avanguardia nel panorama europeo, è caratterizzato da standard produttivi elevatissimi e nel corso del 2022 è stato oggetto di importanti investimenti nell’ambito della strategia di sostenibilità. Proprio a Pontenure, infatti, è stato installato un impianto fotovoltaico a celle monocristalline ad alta efficienza, che segue a stretto giro quello messo a regime nel 2021 presso lo stabilimento di Atella, sviluppato su 5.000 mq di copertura. Quello di Atella è stato il primo impianto del Gruppo Xella ad essere dotato di questa tecnologia, confermando così il ruolo di primo piano dell’Italia nel percorso verso una produzione sostenibile. 

I blocchi Ytong realizzati nello stabilimento italiano di Pontenure (PC) sono dotati della Dichiarazione EPD, rinnovata in base all’ultima versione della norma europea UNI 15804:202 che valuta la sostenibilità del prodotto prendendo in considerazione l’intero ciclo di vita. Il sistema costruttivo Ytong consente di realizzare involucri edilizi performanti non solo dal punto di vista energetico, ma anche con ottimi livelli di isolamento acustico, traspirabilità al vapore e tenuta all’aria, resistenza al fuoco, ecosostenibilità e durabilità della facciata, per un’edilizia sempre più vicina e attenta al benessere dell’uomo e del costruire sostenibile, abbattendo al tempo stesso consumi ed emissioni.  

Inoltre il calcestruzzo aerato autoclavato è dotato di una capacità davvero straordinaria dimostrata da studi specifici: quella di sottrarre CO2 all’ambiente nel corso del suo ciclo di vita in opera, catturandola all’interno della sua struttura senza più rilasciarla nemmeno a fine vita, dando un originale contributo per contrastare l’effetto serra. 

Un impegno concreto al fianco delle imprese

L’impegno di Xella in ottica di sostenibilità punta sempre a nuovi obiettivi. Infatti oltre alla sistematizzazione dei processi di recupero e reimmissione nel ciclo produttivo degli scarti di lavorazione, l’azienda sta mettendo a punto un sistema che prevede il ritiro e il riuso degli scarti di posa in cantiere, per spingersi ancora più avanti nel processo di circolarità del prodotto: il nuovo servizio, attualmente attivo in Germania e in via di sperimentazione in alcune zone d’Italia, si chiama “Big Bag” dal nome dei contenitori realizzati allo scopo. Si tratta di un kit per il cantiere studiato per gestire in modo responsabile gli scarti di lavorazione, recuperarli e renderli riutilizzabili per nuove opere edilizie.

Anteprima 2024

Infine a Klimahouse ci sarà una anteprima delle novità che interesseranno la gamma Xella nel 2024. Xella proporrà nel breve termine un significativo ampliamento del proprio portafoglio prodotti a completamento della gamma Ytong e Multipor con l’introduzione sul mercato italiano delle soluzioni a marchio Thrakon: una serie completa di impermeabilizzanti, adesivi e fuganti, prodotti di finitura e pitture di altissima qualità, ideali per essere abbinati con i materiali costruttivi in CAA per edifici efficienti, traspiranti, sostenibili ed esteticamente ricercati.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi