sabato, Ottobre 16, 2021
0 Carrello
Professionisti

Architetti FreeLance? 6 motivi per scegliere la libera professione

Chi sono gli architetti freelance e per quale motivo questa strada viene scelta sempre da più professionisti? 6 ottimi motivi per diventare freelance.

Architetti FreeLance? 6 motivi per scegliere la libera professione
203Visite

Vuoi far parte della grande famiglia degli architetti freelance ma hai ancora paura di compiere questo importante passo? Bhe … se stai per avviare una professione da freelance deve sapere che non sei da solo in questa strada.

I cambiamenti del mercato del lavoro hanno stravolto il settore delle libere professioni. Nuove tecnologie, boom dei social network, sono tutte novità che hanno cambiato (se in male o in peggio lasciamo a voi la decisione ndr) la professione di architetto.

Indice:

  1. Volete davvero diventare architetti freelance?
  2. Perché diventare un freelance?
  3. Aumenta le tue competenze.
  4. Scegli i tuoi progetti
  5. Migliori probabilità di carriera.
  6. Lavora per migliorare la TUA professionalità.
  7. Lavoro flessibile.
  8. Dai il prezzo al tuo lavoro.

Chi sono gli architetti freelance e per quale motivo questa strada viene scelta sempre da più professionisti? 6 ottimi motivi per diventare freelance.

Il primo step che dovete compiere, se state pensando di diventare degli architetti freelance è se davvero volete compiere questo passo. Vuoi davvero diventare un freelance? Se la risposta è affermativa continua a leggere l’articolo e inizia a lavorare per fare di te stesso la migliore azienda sul mercato.

Volete davvero diventare architetti freelance?

Avete risposto affermativamente alla nostra domanda? Bene, ora è giunto il momento di impostare una strategia di lavoro e ritagliarti una nicchia di mercato.

Approfondite sempre e costantemente le vostre competenze. Se siete degli architetti freelance saprete già quanto sia importante la formazione professionale. Dimenticatevi gli orari d’ufficio e ritagliatevi del tempo per approfondire e migliorare le vostre skill professionali. Una o due mezze giornate a settimana potrebbero essere sufficienti.

Visita i portali online dedicati alla formazione professionale degli architetti e scegli i corsi che maggiormente ti interessano.

Lavora sulla tua Brand Reputation. Nell’era del tutto e subito la reputazione digitale è alla base di qualunque carriera professionale. Se decidi di diventare anche tu un architetto freelance inizia, fin da subito, a lavorare sulla tua brand reputation. Aprire un blog è un ottimo modo per migliorare la tua reputazione online.

Perché diventare un freelance?

Fino a qualche decennio fa il concetto del lavoro è assimilabile alla definizione di lavoro dipendente. I grandi studi di progettazione erano molto più diffusi rispetto ad oggi e spesso capitava che il primo lavoro post laurea accompagnava l’architetto fino alla pensione.

Per dirla alla Bauman, la società liquida in cui siamo immersi ha cambiato i paradigmi di lavoro e di professionista. Oggi un architetto non può più snobbare il settore della libera professione che anzi è diventato centrale nel mercato del lavoro.

Attività e mansioni degli architetti freelance.

Gli architetti freelance, diciamolo subito, sono degli architetti a tutti gli effetti e quindi possono fare tutto ciò che fanno gli architetti che lavorano come dipendenti. L’unica, enorme, differenza, è che i freelance non hanno orari (questo può essere un bene ma anche un male) e possono organizzarsi il lavoro come meglio credono.

Una delle skill più utili a un freelance è sicuramente la capacità di comunicare (e di vendersi con successo) e di lavorare a stretto contatto con i clienti. Non avendo il supporto di un team di architetti e di dipendenti amministrativi gli architetti freelance devono imparare a gestire i rapporti con i clienti, con gli uffici pubblici e con i collaboratori.

Sei ottimi motivi per diventare architetti freelance!

I motivi che dovrebbero convincerti a diventare freelance sono tanti e tutti ottimi, ma i più importanti sono sei .

Aumenta le tue competenze.

Se lavori alle dipendenze di uno studio professionale, il tuo datore di lavoro vorrà farti specializzare in un unica tematica, cosi da ottimizzare i guadagni. Ma fare sempre la stessa cosa potrebbe anche essere fonte di stress. Se lavori da freelance, sceglierai tu gli ambiti di specializzazione e sarai tu a decidere quanto vuoi espandere le tue competenze.

Scegli i tuoi progetti

Lavorare come dipendente ti impedisce di sceglierti in autonomia i tuoi progetti di lavoro. All’interno di uno studio di progettazione dovrai lavorare su progetti e su lavori decisi da altri e non sempre questi potrebbero essere entusiasmanti. Se lavori come autonomo sarai tu a sceglierti i lavori.

Migliori probabilità di carriera.

I dipendenti hanno dalla loro maggiori tutele ma i freelance hanno spesso maggiori prospettive professionali. Come architetto libero professionista avrai la possibilità di sceglierti tu l’onda migliore per far crescere la tua attività.

Lavora per migliorare la TUA professionalità.

Da un mercato del lavoro basato sui numeri si sta progressivamente passando ad un mercato professionale regolato dalle competenze. Oggi i professionisti con maggiori skill sono anche quelli che hanno maggiori prospettive di guadagno e di carriera, e diventare architetto freelance significa poter dedicare del tempo alla propria formazione professionale.

Lavoro flessibile.

I freelance non hanno particolare impedimenti o obblighi di lavoro. Lavorando come autonomi gli architetti freelance possono plasmarsi e adattarsi meglio alle diverse esigenze delle aziende. E ricorda il lavoro che farai domani, probabilmente oggi non esiste ancora.

Dai il prezzo al tuo lavoro.

Essere freelance significa auto-valutare il proprio lavoro. Come architetto freelance sarai tu a fare il prezzo dei tuoi lavori e a scegliere quanto essere pagato. In verità, dobbiamo essere sinceri, sarà il mercato a decidere il prezzo dei tuoi lavori, ma tu come autonomo potrai lavorare per alzare l’asticella e il valore delle tue parcelle.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi