venerdì, Dicembre 3, 2021
0 Carrello
AmbienteProfessionisti

Architetti Paesaggisti: chi sono, come lavorano e cosa studiano!

Volete diventare architetti paesaggisti ma non avete ancora le idee chiare? Scopri chi sono e cosa fanno gli architetti esperti in progettazione spazi esterni.

Architetti Paesaggisti: chi sono, come lavorano e cosa studiano!
243Visite

Chi sono, cosa fanno, quanti soldi guadagnano e quali sono i percorsi formativi degli architetti paesaggisti? Se guardate un paesaggio “artificiale”, uno spazio aperto urbano, un giardino, e ne rimanete affascinati, con molta probabilità state guardando il lavoro di un architetto paesaggista.

Volete diventare architetti paesaggisti ma, non avete ancora le idee chiare?

Scopri chi sono e cosa fanno gli architetti esperti in progettazione spazi esterni.

Indice:

  1. Architettura del Paesaggio.
  2. Architetti paesaggisti: attività lavorative pratiche.
  3. Come si svolge una progettazione architettonica paesaggistica?
  4. Progettazione dell’ambiente: dall’analisi alla progettazione!
  5. Come diventare architetto paesaggista?
  6. Formazione periodica obbligatoria per gli architetti paesaggisti.
  7. Retribuzioni e onorari degli architetti paesaggisti.
  8. Sei un architetto? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Gli architetti paesaggisti sono dei professionisti che svolgono il loro lavoro occupandosi della progettazione dei paesaggi.

L’obiettivo di una progettazione paesaggista professionale è quello di preservare e salvaguardare gli elementi che caratterizzano il paesaggio, sia dal punto di vista naturale/ambientale che dal punto di vista culturale.

Architettura del Paesaggio.

L’architettura del paesaggio è la specifica branca dell’architettura che studia e si occupa d progettare gli spazi esterni. Le skill tipiche di un paesaggista trovano concreta applicazione nella progettazione di parchi e giardini; nella progettazione degli spazi aperti di diversa natura e nel restauro dei siti architettonici storici.

Tutti i lavori di progettazione ex novo e di recupero di spazi aperti realizzati da architetti paesaggisti hanno come obiettivo primario il miglioramento ecosostenibile del rapporto tra uomo e ambiente, esaltando questo rapporto sia dal punto di vista estetico sia da un punto di vista strettamente funzionale.

Architetti paesaggisti: attività lavorative pratiche.

Ad un architetto paesaggista viene richiesto di valorizzare e tutelare gli spazi aperti, sia esterni alle cinte urbane sia interni, e di renderli maggiormente funzionali alle esigenze e agli stili di vita di chi quei paesaggi li abita e li vive. Studiare architettura del paesaggio significa comprendere le modalità e le dinamiche attraverso le quali può essere struttura la vivibilità di un’ambiente naturale.

Per fare ciò, migliorare l’esperienza utente dei cittadini all’interno di un ambiente naturale, gli architetti paesaggisti cercano di far coincidere le richieste del cliente (privati cittadini, associazioni o pubbliche amministrazioni ndr) con le esigenze costruttive e le caratteristiche geomorfologiche dell’area interessata all’insediamento umano.

Come si svolge una progettazione architettonica paesaggistica?

Un architetto esperto in progettazione del paesaggio, per svolgere il suo lavoro dovrà necessariamente tenere in considerazione le richieste e le volontà del committente.

Una volta comprese le reali motivazione e necessità del cliente dovrà eseguire un’attenta e particolareggiata analisi dello spazio naturale in cui si realizzerà la progettazione.

In questa fase di analisi si dovranno studiare e comprendere le caratteristiche del territorio e dei materiali naturali più idonei e, inoltre, dovrà essere fatta poi un’attenta valutazione sugli impianti tecnologici maggiormente adatti allo sviluppo ecosostenibile dell’area oggetto dell’intervento.

Rientrano tra le competenze tipiche degli architetti paesaggisti anche le attività ricadenti all’interno delle procedure di valutazione d’impatto ambientale (VIA) e valutazione ambientale strategica (VAS).

Progettazione dell’ambiente: dall’analisi alla progettazione!

Una volta portata a termine l’importante fase dell’analisi e dello studio, un paesaggista, si occuperà di dare forme al progetto.

La progettazione degli spazi esterni viene fatta con l’utilizzo di specifici software di progettazione e può essere svolta sia come attività svolta in regime di libero professionista sia come dipendente di grossi studi di progettazione, sia come collaboratore di amministrazioni comunali ed enti locali.

Landscape Designer, Garden Planner, VectorWorks Landmark son solo alcuni dei software per la progettazione 3d di spazi esterni più utilizzati dagli architetti paesaggisti.

Come diventare architetto paesaggista?

Un architetto specializzato in paesaggi è un architetto con alle spalle un ben determinato percorso formativo. Laurea in architettura ed esame di stato in architettura sono le basi da cui partire. Purtroppo, oggi, in Italia non esiste una ben precisa dicitura del percorso di studio migliore e ogni Università utilizza diciture differenti.

Formazione periodica obbligatoria per gli architetti paesaggisti.

I paesaggisti, essendo architetti, hanno un preciso obbligo formativo da assolvere. La formazione, strutturata su trienni formativi, prevede il conseguimento di 60 cfp ottenuti con la frequenza e il superamento di precise attività didattiche.

Retribuzioni e onorari degli architetti paesaggisti.

In base all’esperienza e alla notorietà un architetto paesaggista può registrare retribuzioni variabili tra le 15.000 euro e le 45.000 euro all’anno.

Sei un architetto? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Unione Professionisti ti dà la possibilità di progettare e completare il tuo percorso di studi, proponendoti tutti i suoi corsi, sviluppati in modalità FAD asincrona, accreditati presso il CNAPPC.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi