mercoledì, Gennaio 19, 2022
0 Carrello
Professionisti

Architetto O Architetta: il linguaggio di genere all’interno dell’Ordine!

Architetto O Architetta? Sul timbro ci va la variante maschile o si può usare anche quella femminile?

Architetto O Architetta: il linguaggio di genere all'interno dell'Ordine!
326Visite

Architetto O Architetta? Il dibattito sul linguaggio di genere conquista anche i settori professionali. A indicare la via è stato nel 2017 l’Ordine degli Architetti di Bergamo che ricevendo una richiesta delle architette Silvia Vitali, Francesca Perani e Mariacristina Brembilla ha sdoganato l’uso ufficiale del termine Architetta e consentito d’inserirlo sul timbro professionale. Dal 2017 la discussione sul linguaggio di genere è continuata tanto che altri sei ordini professionali hanno concesso l’uso della variante femminile.

In questo articolo:

  1. Architetto O Architetta? Sul timbro ci va la variante maschile o si può usare anche quella femminile?
  2. Architetto VS Architetta: coma cambia l’identità professionale con il dibattito del linguaggio di genere?
  3. Da Architetto ad Architetta: le motivazione linguistica alla base dell’evoluzione.
  4. Sei un architetto? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Architetto O Architetta? Sul timbro ci va la variante maschile o si può usare anche quella femminile?

Dopo Bergamo anche Roma, Torino, Milano, Modena, Treviso hanno scelto di riconoscere la variante femminile nel timbro professionale. L’ultimo, in ordine di tempo, è stato l’Ordine degli Architetti della Sardegna che a febbraio 2021 ha risposto affermativamente alla richiesta di una sua iscritta, l’architetta Silvia Mocci.

“Abbiamo accettato la richiesta della nostra iscritta – ha dichiarato a suo tempo la presidente dell’Ordine degli Architetti di Cagliari Teresa De Montis – ma ci teniamo a ribadire che l’aver consentito la locuzione femminile non comporta nessun obbligo, chi vorrà continuare a utilizzare la versione al maschile sarà liberissima di continuare a farlo”.

Architetto VS Architetta: coma cambia l’identità professionale con il dibattito del linguaggio di genere?

Secondo molti professionisti inserire la dicitura Architetta nel timbro professionale contribuirebbe a costruire una più corretta identità professionale.

“Come professionista – ha dichiarato sulle pagine di Repubblica l’architetta Silvia Mocci – mi auguro che questo piccolo traguardo che si è raggiunto in Sardegna possa costituire un primo tassello capace di alimentare un più ampio dibattito culturale sulla parità di genere”.

Da Architetto ad Architetta: le motivazione linguistica alla base dell’evoluzione.

Il passaggio da Architetto ad Architetta (ma più che di passaggio bisognerebbe parlare di apertura ndr) è, come ha ricordato anche la sociologa e linguista Vera Gheno, un semplice riconoscimento di un dato di fatto che già esiste nei dizionari”.

Sei un architetto? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Unione Professionisti ti dà la possibilità di progettare e completare il tuo percorso di studi, proponendoti tutti i suoi corsi, sviluppati in modalità FAD asincrona, accreditati presso il CNAPPC.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi