giovedì, febbraio 22, 2018
0 Carrello
Urbanistica

Bando nazionale riqualificazione periferie: pronta la pubblicazione, in arrivo finanziamenti per 500 milioni

Fonti governative comunicano che sta per essere pubblicato il bando nazionale riqualificazione periferie. Il piano eroga 500 milioni di euro

14Visite

Fonti governative comunicano che sta per essere pubblicato il bando nazionale riqualificazione periferie. Il piano eroga 500 milioni di euro per la riqualificazione delle aree urbane degradate. L’Esecutivo, fa infatti sapere che “ il testo del Dpcm di approvazione del bando è stato chiuso e inviato ai ministri concertanti: Economia, Infrastrutture e Beni Culturali”.

Viene specificato che secondo la tempistica prevista dalla legge di Stabilità, i progetti dovevano essere presentati entro il 1° Marzo 2016. Il bando nazionale riqualificazione periferie, in concerto con i tre dicasteri sopra elencati, è infatti previsto dalla Legge di Stabilità 2016 che ha programmato per il 2016 un “Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia”.

Il Piano di finanziare 500 milioni per la riqualificazione delle periferie fu stabilito dal Governo nel Novembre del 2015. Viene altresì specificato che Il “Nucleo di valutazione” esaminerà i progetti pervenuti dai Comuni secondo i criteri fissati dal bando nazionale riqualificazione periferie.

Solo successivamente saranno proclamati i vincitori e verranno sottoscritti gli accordi di programma o convenzioni con gli stessi Enti e saranno definiti i tempi e le modalità di realizzazione dei seguenti interventi:

  • realizzazione di interventi urgenti per la rigenerazione delle aree urbane degradate;

  • accrescimento della sicurezza territoriale;

  • potenziamento della mobilità sostenibile;

  • sviluppo di pratiche di inclusione sociale;

  • adeguamento delle infrastrutture destinate ai servizi sociali, culturali, educativi e didattici.

Il bando nazionale riqualificazione periferie relativo a questo programma è stato pubblicato nel mese di ottobre e stabilisce che gli interventi siano effettuati senza consumo di ulteriore suolo. Tra i criteri di valutazione spicca infatti il miglioramento del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale anche attraverso lavori di ristrutturazione edilizia.

 

Per quanto riguarda il consumo del suolo, il bando nazionale riqualificazione periferie dovrebbe prevedere dei processi di riqualificazione incentrati sul riuso di edifici e spazi pubblici attraverso la demolizione e ricostruzione e la sostituzione degli immobili esistenti, cui far seguire la creazione di aree verdi e piste ciclabili. Nei progetti sono infatti richiesti standard elevati di qualità ambientale attraverso l’indicazione di precisi obiettivi prestazionali degli edifici.