lunedì, Febbraio 26, 2024
0 Carrello
Ambiente

La Due Diligence Ambientale nel contesto degli investimenti immobiliari

Due Diligence Ambientale. Guida alla comprensione del processo preventivo di esame e conformità ambientale

La Due Diligence Ambientale nel contesto degli investimenti immobiliari
370Visite

Due Diligence Ambientale, che cosa è e perché è cosi importante nel mercato immobiliare L’espressione “due diligence“, tradotta come “dovuta diligenza”, è un termine di origine inglese ampiamente impiegato nel settore aziendale, specie nella gestione responsabile delle attività di amministrazione e controllo.

  1. Importanza della Due Diligence Ambientale.
  2. Procedure della Due Diligence Ambientale
  3. Analisi documentale.
  4. Indagine sul campo.
  5. Come comportarsi in caso di terreni contaminati?
  6. Sei un architetto? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Due Diligence Ambientale. Guida alla comprensione del processo preventivo di esame e conformità ambientale

Focalizzandoci sulla Due Diligence Ambientale, ci riferiamo a un processo preventivo di esame e conformità ambientale, svolto su un’area immobiliare coinvolta in un investimento economico. Questa due diligence fa parte di un insieme più esteso di valutazioni che includono aspetti patrimoniali, finanziari, economici e gestionali. Il suo scopo è rilevare eventuali obblighi legati alla tutela dell’ambiente e della salute, noti come “passività ambientali“, a beneficio di tutte le parti interessate, compresi l’ambiente e le future generazioni.

Importanza della Due Diligence Ambientale.

La Due Diligence Ambientale è cruciale per identificare e misurare i rischi ambientali legati alle attività svolte prima dell’acquisizione di un bene. È importante ricordare che le norme ambientali, essendo un fenomeno relativamente recente, possono comportare “rischi di fondo” legati a una gestione ambientale passata non conforme agli standard attuali.

Questi rischi ambientali possono tradursi in costi economici significativi, che possono emergere in qualsiasi momento dopo la vendita.

Con l’evoluzione della normativa ambientale, la Due Diligence Ambientale è oggi riconosciuta come un processo di certificazione della qualità ambientale di un sito, essenziale per l’acquirente finale per:

  • Identificare passività ambientali nascoste (sia attuali che pregresse).
  • Risolvere tali passività, se presenti.
  • Gestire l’area in conformità alle leggi ambientali.

Procedure della Due Diligence Ambientale

La Due Diligence Ambientale si articola in due fasi distinte e complementari: una fase preliminare di analisi documentale e una fase di indagine sul campo.

Analisi documentale.

In questa fase, si esaminano tutte le informazioni disponibili riguardanti l’area in questione, includendo l’uso del suolo, materiali, impianti, processi produttivi, autorizzazioni, e aspetti ambientali come contaminazioni e rifiuti. Si effettuano anche sopralluoghi per confrontare le informazioni documentali con lo stato effettivo dei luoghi.

Indagine sul campo.

Questa fase si svolge solo se necessario, basandosi sui risultati della fase documentale. Consiste in indagini approfondite sulle criticità ambientali identificate, includendo l’analisi del sottosuolo e il censimento di rifiuti e altri materiali a rischio. Si redige un piano dettagliato di indagini ambientali e, in base ai risultati, si stila una relazione finale.

Come comportarsi in caso di terreni contaminati?

In caso di contaminazione dei terreni, è obbligatorio informare immediatamente le autorità competenti e, a seconda dei casi, avviare le procedure di sicurezza, analisi dei rischi ambientali o bonifica.

Sei un architetto? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Unione Professionisti ti dà la possibilità di progettare e completare il tuo percorso di studi, proponendoti tutti i suoi corsi, sviluppati in modalità FAD asincrona, accreditati presso il CNAPPC.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi