martedì, Giugno 25, 2024
0 Carrello
Professionisti

GDPR e Studi d’Architettura. Cosa è e come comportarsi per essere in regola.

Sei pronto per il GDPR? Scopri come il Regolamento generale sulla protezione dei dati influisce sulla vita degli studi d’architettura

GDPR e Studi d’Architettura. Cosa è e come comportarsi per essere in regola.
1.19KVisite

Dal 25 maggio 2018 è in vigore il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR). Il GDPR sostituisce la Direttiva sulla protezione dei dati dell’UE del 1995 e stabilisce normative specifiche sulla protezione dei dati. Il regolamento si applica a qualsiasi organizzazione che elabori o intenda trattare dati di persone fisiche ubicate nell’Unione Europea, indipendentemente dal fatto che la società abbia o meno sede all’interno o all’esterno dell’UE.

Sei pronto per il GDPR? Scopri come il Regolamento generale sulla protezione dei dati influisce sulla vita degli studi d’architettura.

  1. Cosa prevede il GDPR applicato agli studi d’architettura?
  2. Obblighi GDPR.
  3. Vuoi acquisire le competenze richieste dal Regolamento GDPR sulla protezione dei dati personali UE 2016/679?

Il GDPR impone nuovi obblighi a titolari e responsabili del trattamento dei dati personali. Questi includono, tra le altre cose, la necessità di nominare un responsabile della protezione dei dati (DPO), garantire un’adeguata sicurezza dei dati e condurre valutazioni d’impatto sulla privacy (PIA).

Le organizzazioni che trattano dati personali devono inoltre garantire che le persone abbiano il diritto all’informazione sui propri diritti ai sensi del GDPR, accedano ai propri dati personali e richiedano la rettifica di dati personali inesatti o incompleti.

Le organizzazioni che violano il GDPR possono essere multate fino al 4% delle loro entrate globali annuali o a 20 milioni di euro (a seconda di quale sia maggiore), a seconda di quale sia maggiore.

Cosa prevede il GDPR applicato agli studi d’architettura?

Il primo passo è comprendere i requisiti GDPR.

Il GDPR si applica a tutte le aziende che elaborano o archiviano i dati dei cittadini dell’UE, indipendentemente da dove si trovi l’azienda.

Per conformarsi al GDPR, le aziende devono assicurarsi di avere una chiara comprensione di quali dati personali stanno raccogliendo e perché vengono raccolti. Devono inoltre disporre di un chiaro processo di consenso in atto per ottenere il consenso dagli interessati.

Obblighi GDPR.

Il GDPR impone nuovi obblighi significativi alle organizzazioni che trattano i dati personali dei cittadini dell’UE, indipendentemente dal fatto che l’organizzazione abbia una presenza fisica nell’UE. Tali obblighi includono:

  • la nomina di un responsabile della protezione dei dati (DPO);
  • l’attuazione di processi di gestione del rischio;
  • lo svolgimento di valutazioni d’impatto;
  • l’ottenimento del consenso esplicito delle persone prima di raccogliere, utilizzare o condividere i propri dati personali.

Vuoi acquisire le competenze richieste dal Regolamento GDPR sulla protezione dei dati personali UE 2016/679?

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi