venerdì, Maggio 24, 2024
0 Carrello
Attualità

Il CNAPPC chiede una riforma urgente dell’edilizia e un Piano Casa 2024

CNAPPC sollecita una riforma del Testo Unico Edilizia e l'adozione del Nuovo Piano Casa per un'edilizia nazionale più coerente.

Il CNAPPC chiede una riforma urgente dell'edilizia e un Piano Casa 2024
362Visite

Il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC), guidato dal neo presidente Massimo Crusi, sollecita un’azione coordinata per l’aggiornamento della normativa edilizia e la stesura del Nuovo Piano Casa. Secondo il CNAPPC, non bisogna limitarsi a risolvere singole discrepanze minori attraverso misure provvisorie, ma è essenziale percorrere una strada che porti a una regolamentazione unificata su scala nazionale.

CNAPPC sollecita una riforma del Testo Unico Edilizia e l’adozione del Nuovo Piano Casa per un’edilizia nazionale più coerente.

“Il recupero degli edifici esistenti è cruciale per affrontare il disagio abitativo,” spiega Crusi, “ma è indispensabile che qualsiasi semplificazione delle procedure non ostacoli un riassetto complessivo delle leggi edilizie.” L’intento è di realizzare una riforma che integri le vecchie norme urbanistiche con le attuali esigenze di semplificazione e modernizzazione, essenziali per un futuro sostenibile del paese.

Semplificare le procedure e normalizzare il quadro normativo

Anna Buzzacchi, Responsabile del Dipartimento Patrimonio culturale, ambiente e sostenibilità e membro del Tavolo per il Piano Casa per il CNAPPC, aggiunge: “È urgente semplificare le procedure, ma le continue modifiche d’urgenza hanno reso il quadro normativo poco chiaro e frammentato.” Buzzacchi sottolinea l’importanza di una legislazione chiara e uniforme a livello nazionale per eliminare le incertezze legali legate alle piccole irregolarità edilizie e per garantire la legittimità degli immobili.

Sei un architetto? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Unione Professionisti ti dà la possibilità di progettare e completare il tuo percorso di studi, proponendoti tutti i suoi corsi, sviluppati in modalità FAD asincrona, accreditati presso il CNAPPC.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi