lunedì, Giugno 27, 2022
0 Carrello
Urbanistica

Per Bagnoli pronto il piano progettuale da 270 milioni di euro

Nuovo piano progettuale per Bagnoli. La bonifica del sito è stato approvata il 5 Aprile scorso a Napoli alla presenza del Presidente del Consiglio Matteo Renzi.

1.55KVisite

Il nuovo piano progettuale realizzato da Invitalia arriva dopo 20 anni di staticità. La bonifica dovrebbe concludersi dopo 36 mesi di lavoro con un importo complessivo 270 milioni. Il piano progettuale prevede la costituzione del porto turistico, il parco, e la ristrutturazione del vecchio sito costituito come “archeologia industriale”.

La bonifica sarà  effettuata con interventi di project financing, fondi europei e project bond. Il risanamento dell’area di Bagnoli  sarà realizzata in due macrofasi ovvero: un’ attività prioritaria di immediato avvio da concludere entro il corrente anno e un’attività strutturale di medio termine da avviare nel 2016 e ultimare entro il 2019. Viene evidenziato che il piano prevede di eliminare la colmata e la bonifica di 190 ettari con la rimozione di due metri cubi di terra e rifiuti. Viene inoltre specificato che secondo il nuovo progetto a fine 2017 sarà dato il via alle infrastrutture da realizzare in due anni: una smart grid, il sottopasso waterfront le aree interne e un impianto di trattamento delle acque. Il porto turistico avrà una dotazione di  700 posti barca, e sarà incentrato  nell’ansa di Nisida.

 

Il “Miglio azzurro”, inserito sulla costa, ospiterà attività legate alla nautica, artigianato e nuove tecnologie applicate all’attività dei maestri d’ascia, cantieri per la manutenzione. Un pontile di vetro, leggero e trasparente, si allungherà sul mare fungendo da spazio espositivo e dimostratore tecnologico aperto. Sarà inoltre installato un pontile di vetro trasparente immesso sul mare finalizzato come spazio espositivo. Altresì il progetto prevede la costruzione di due alberghi il primo di medie dimensioni immesso vicino al pontile di vetro il secondo, più contenuto, a Nisidia. Entrambe le strutture saranno con affaccio sul Golfo. Tutto il progetto sarà infine completato dal Parco verde e il parco dello sport e integrati con la Città della Scienza dove sono previsti piano di ricerca e spazio per high tech e campus.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi