sabato, Novembre 28, 2020
0 Carrello
Professionisti

Perché Architettura è a numero chiuso? Storia, motivazioni e organizzazione del numero programmato!

Il perché architettura è a numero chiuso è una domanda che in tanti si fanno. Cerchiamo di dare una risposta concreta, al di là di tante inutili prese di posizione.

Perché Architettura è a numero chiuso? Motivazioni e organizzazione!
391Visite

Perché Architettura è a numero chiuso? Per quale motivo, per quanto riguarda l’accesso ai corsi universitari di Architettura è sempre previsto un test d’accesso?

Nei paragrafi che seguono, cercheremo di illustrarvi e di spiegarvi perché Architettura è a numero chiuso, che cosa è il Numero Chiuso nelle Università e per quale motivo è stato istituito.

Come nasce il numero chiuso in architettura e nelle altre facoltà universitarie?

La figura del numero chiuso all’Università nasce negli anni ottanta, essenzialmente per valutare la preparazione di base dei futuri studenti.

L’idea era quella di consentire l’accesso a determinate facoltà, Architettura e Medicina su tutte, solo agli studenti che presentavano competenze e conoscenze ben precise, cosi da garantire alle facoltà un alto livello di qualità didattica.

Limitare il numero di studenti per singole facoltà infatti eviterebbe le università di ritrovarsi con numeri di iscritti troppo elevati per garantire la qualità dell’insegnamento.

Un numero di iscritti ridotto inoltre, permetterebbe (secondo gli esperti del MIUR) di contingentare l’accesso alla professione post laurea e di meglio rispondere alle esigenze del mercato del lavoro.

Quali sono i corsi di laurea a numero chiuso?

In Italia, oggi, esistono due diverse tipologie di corsi di laurea a numero chiuso.

  • Corsi di laurea a numero chiuso decisi a livello nazionale, per i quali i test d’ammissione (il test architettura 2020 è un esempio concreto) sono decisi a livello nazionale e si svolgono lo stesso giorno. Sempre a livello Nazionale vengono decisi i posti disponibili, le modalità e i contenuti delle prove, cosi come dal MIUR vengono scelti i criteri di Valutazione.
  • Corsi di Laurea a numero chiuso decisi a livello locale. Questo tipo di percorsi di laurea prevedono un accesso programmato deciso e organizzato in modalità autonoma da parte delle singole università. La motivazione del numero chiuso locale è da rintracciare nella difficoltà, spesso strutturale, di permettere l’accesso a numeri elevati di studenti all’interno della struttura universitaria locale.

Quali sono i corsi di Laurea a numero chiuso su base nazionale?

I corsi di laurea a numero chiuso organizzati a livello centrale direttamente dallo Stato sono disciplinati dalla Legge 264 del 2 agosto 1999 e sono:

  • Medicina e Chirurgia
  • Odontoiatria e Protesi dentaria
  • Veterinaria
  • Architettura
  • Scienze della formazione primaria
  • Professioni sanitarie (triennali e magistrali).

Perché Architettura è a numero chiuso? Quanti sono i posti disponibili per studiare architettura?

I posti disponibili variano a seconda dell’anno. Per quanto riguarda i corsi di laurea con accesso programmato dal MIUR, i posti disponibili sono decisi e stabiliti direttamente da specifici decreti ministeriali. Per quanto riguarda l’accesso ad architettura per il 2020 i posti disponibili in tutta Italia sono 6.435.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi