mercoledì, Gennaio 19, 2022
0 Carrello
AmbienteProfessionisti

Architetti per esterni: cosa fa e come si diventa architetto paesaggista?

Cosa fanno, quali sono i principali compiti e quali sono i percorsi formativi degli architetti per esterni?

Architetti per esterni: cosa fa e come si diventa architetto paesaggista?
259Visite

Architetti per esterni: cosa fanno e come si può diventare architetto specializzato in progettazione di paesaggi? L’architettura è una materia di studio e una disciplina professionale ricca di sfaccettature.

Cosa fanno, quali sono i principali compiti e quali sono i percorsi formativi degli architetti per esterni?

Gli architetti per esterni sono dei professionisti specializzati nella progettazione di paesaggi e spazi esterni. Il filo conduttore che spesso guida l’operato di un architetto per esterni è quello di lavorare e progettare gli spazi aperti esterni tenendo avendo come obiettivo la salvaguardia e la tutela degli elementi caratterizzanti (elementi naturali e antropici) di ogni singolo paesaggio.

Indice:

  1. Architetti per esterni: compiti e mansioni di un paesaggista.
  2. Percorsi di studio e di formazione degli architetti per esterni.
  3. Sei un architetto? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Nel dettaglio, un architetto per esterni esprime le sue capacità e usa le sue skill per progettare parchi; giardini; spazi aperti di diversa natura; siti architettonici storici.

Quando è chiamato a lavorare su questi siti un architetto paesaggista si deve preoccupare di creare, ma spesso è più corretto parlare di recuperare, un corretto rapporto tra uomo e natura.

Architetti per esterni: compiti e mansioni di un paesaggista.

Valorizzare e proteggere da uno sviluppo antropico non corretto l’ambiente esterno, sono questi gli obiettivi principali degli architetti per esterni e per farlo è necessario intervenire con competenza per rendere questi spazi esterni maggiormente funzionali e aderenti alle esigenze delle persone.

Per poter migliorare gli spazi esterni (e i recenti sconvolgimenti e tragedie che ha dovuto subire l’Italia ne sono una lampante dimostrazione) i paesaggisti devono analizzare diversi aspetti caratterizzanti il territorio in questione.

Analizzare e ricercare i materiali maggiormente idonei e gli impianti tecnologici più adatti, valutare correttamente l’impatto ambientale (VIA) e la “strategia” ambientale (VAS) e realizzare concretamente il progetto sono solo alcuni dei compiti di un paesaggista ma che ben rappresentano una professione in costante crescita.

Percorsi di studio e di formazione degli architetti per esterni.

Se ami gli spazi aperti e ti affascina l’idea di progettare gli ambienti esterni di privati ed enti pubblici, la strada che conduce alla carriera di architetto per esterni è quella che fa per te.

Per diventare paesaggista il percorso indicato è quello che porta alla laurea in architettura e successivamente a una specializzazione e quindi alla definitiva iscrizione all’albo professionale degli architetti

In particolar modo la specializzazione riveste un’importanza fondamentale per il prosieguo della carriera e dovrebbe essere focalizzata sullo studio delle scienze e delle discipline paesaggistiche.

Architettura del Paesaggio, Ecologia e Pianificazione del Paesaggio, Progettazione e gestione degli ecosistemi agro territoriali, forestali e del paesaggio, Progettazione e pianificazione delle aree verdi e del paesaggio, Progettazione e gestione del territorio e dell’ambiente, sono le materie attorno alle quali programmare un corretto e proficuo percorso di specializzazione.

Sei un architetto? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Unione Professionisti ti dà la possibilità di progettare e completare il tuo percorso di studi, proponendoti tutti i suoi corsi, sviluppati in modalità FAD asincrona, accreditati presso il CNAPPC.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi