martedì, settembre 25, 2018
0 Carrello
Attualità

Lago d’Iseo, Parolini: al lavoro per il dopo ‘The Floating Piers fin da subito

"Ancor prima che si aprisse The Floating Piers ci siamo messi al lavoro per consolidare gli effetti positivi che avrebbe generato per l'area turistica del Sebino".

La Regione Lombardia progetta il dopo Floating Piers!
1.79KVisite

“Ancor prima che si aprisse The Floating Piers ci siamo messi al lavoro per consolidare gli effetti positivi che avrebbe generato per l’area turistica del Sebino: lo abbiamo fatto facendo leva sulle professionalità della nostra Dmo Explora e valorizzando, soprattutto, le straordinarie sinergie che si sono create sul territorio con i soggetti coinvolti”.

Così Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, commentando l’approvazione odierna da parte della Giunta della delibera che promuove l’Accordo quadro di sviluppo territoriale per il rilancio, la riqualificazione, la valorizzazione e la promozione dell’area del Sebino con interventi integrati idonei a generare e sviluppare impatti positivi sull’attrattività e competitività.

L’accordo prevede un impegno economico da parte di Regione Lombardia di 10 milioni di euro per cofinanziare interventi nei territori dei Comuni di Iseo, Marone, Monte Isola, Paratico, Pisogne, Sale Marasino, Sulzano, Castro, Costa Volpino, Lovere, Parzanica, Predore, Riva di Solto, Sarnico, Solto Collina e Tavernola Bergamasca.

“Regione Lombardia – prosegue l’assessore al Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Città metropolitana Viviana Beccalossi – ha saputo svolgere un positivo ruolo di ‘regia’ per fare squadra a livello locale, mettendo da parte le appartenenze e con l’unico obiettivo di valorizzare questo territorio. Un modello che abbiamo seguito anche in altri casi, come è avvenuto per il Piano Territoriale dedicato alla Franciacorta che, secondo lo stesso principio, mette in rete i Comuni per programmare il futuro dell’economia, delle infrastrutture e della qualità della vita dei cittadini in modo più organico. Il ‘dopo Floating Piers è davvero iniziato e con questo accordo Regione Lombardia mette a disposizione non solo idee, ma anche risorse concrete per garantire continuità a questo grande progetto di crescita”.

“Ora, dopo più di un anno di lavoro con i Comuni – ha sottolineato Mauro Parolini – ci impegniamo a raccogliere l’eredità che il successo globale ottenuto dall’installazione di Christo ha lasciato su questo territorio. Regione Lombardia, con un importante stanziamento economico, si impegna a sostenere questa area a compiere un salto di qualità in grado di creare grandi e durature opportunità di sviluppo nella filiera del turismo”.

“L’esperienza della passerella di Christo – ha concluso l’assessore – ha saputo dare una nuova consapevolezza al Sebino, un sentimento che abbiamo voluto valorizzare incentivando la collaborazione tra le realtà locali con l’obiettivo di sviluppare in tutta l’area turistica un’offerta strutturata e di qualità”.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi