domenica, Marzo 3, 2024
0 Carrello
Attualità

Padiglione Enel per Expo 2015

Sarà lo studio Piuarch a progettare il padiglione Enel a Expo 2015.

1.82KVisite

Svelati i retroscena del padiglione Enel per l’Expo 2015. Nessun edificio contenitore: è la stessa distribuzione di questi elementi verticali, illuminati e in costante divenire, a definire il volume che ingloba al proprio interno una serie di corti verdi.

Affacciato sul decumano, il padiglione Enel realizzato dallo studio milanese PiùArch per l’Expo 2015, occupa una superficie di 900 mq, e nelle idee dei progettisti e dei committenti dovrà garantire una costante interazione tra espositore e visitatore. 

La matrice iniziale del progetto è la stessa rete intelligente che Enel ha realizzato per alimentare il sito di Expo 2015. L’elemento di base, sia concettuale che strutturale dello spazio è infatti costituito dalla griglia, realizzata con elementi metallici contenenti la distribuzione dell’elettricità e il flusso dei dati, ben visibile a terra. Questa rete si sviluppa a filo del pavimento e conferisce al sistema una geometria ondeggiante molto nparticolare. Sulla rete inoltre s’innestano a sua volta i vettori, realizzati con tubi in policarbonato trasparente del diametro di 150 mm e di altezze variabili tra 5,30 e 7 metri, che rappresentano le terminazioni nervose del sistema

L’interazione tra ambiente e visitatore costituisce elemento fondamentale del concept realizzato da PiuArch. La percezione che i visitatori avranno del volume virtuale del padiglione Enel per l’Expo 2015, si modifica continuamente in relazione al punto di osservazione e al movimento delle persone: la sovrapposizione, allineamento e disallineamento degli elementi verticali, produce infatti un continuo mutamento della percezione che i visitatori avranno dello spazio.

Un piccolo capolavoro di arte che va però vissuto non semplicemente osservato.

Un passaggio sopraelevato costituirà il percorso esperienziale dinamico che condurrà il visitatore attraverso il bosco virtuale /naturale, dove le folte corti verdi rendono il tema della sostenibilità il cuore pulsante del sistema. Il camminamento è realizzato con una passerella in legno coperta da una pensilina in vetro serigrafato che protegge dalla pioggia e crea uno spazio ombreggiato, un impianto di nebulizzazione arricchisce la passeggiata e una melodia diffusa crea un ambiente evocativo. Lungo tutto il percorso scorre un nastro informativo e interattivo che conduce i visitatori all’interno del bosco virtuale.

 

Caratteristiche che rendono l’area Enel come una tra le più attese tra i padiglioni in realizzazione per l’esposizione universale.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi