giovedì, Agosto 18, 2022
0 Carrello
Edilizia

Gas Radon: il “killer” silenzioso di scantinati e ambienti interni

Che cosa è il Gas Radon, quanto è pericoloso e come può essere eliminato? Guida completa alla scoperta e comprensione del Gas Radon.

Gas Radon: il “killer” silenzioso di scantinati e ambienti interni
199Visite

Il Gas radon è un gas naturale radioattivo. Si presenta in natura come un gas incolore e inodore e oggi viene considerato come il contaminante radioattivo, degli ambienti chiusi, più pericoloso. Nella sola Italia, ogni anno, sono circa 3.000 le morti causate dall’esposizione prolungata al Gas Radon.

Principali soggetti a rischio le persone che vivono in abitazioni con determinate caratteristiche (il contatto diretto con il suolo è uno dei motivi che può influire sulla presenza più o meno alta di Radon negli ambienti interni ndr) e gli operatori e progettisti che in questi ambienti trascorrono molto tempo.

Che cosa è il Gas Radon, quanto è pericoloso e come può essere eliminato? Guida completa alla scoperta del Radon.

  1. Come nasce il Gas Radon?
  2. Perché il Radon è un pericolo per case e abitazioni?
  3. Quali sono le stanze della casa più a rischio?
  4. Possiamo bonificare al 100% una casa dalla presenza di Gas Radon?
  5. Vuoi diventare un esperto in interventi di risanamento Gas Radon cosi come previsto dal Decreto Legislativo 101/2020?

Sono migliaia, solo in Italia, le persone che ogni anno muoiono a causa delle conseguenze dell’esposizione al Gas Radon. Un triste primato che fa dell’Italia uno dei paesi maggiormente esposti al rischio Radon con una concentrazione, media, di 70 Becquerel per metro cubo (Bq/m3) a fronte di una media mondiale del 30. Tra le regioni più a rischio il Lazio, le Marche, la Campania e la Basilicata.

Come nasce il Gas Radon?

Il Radon è un prodotto del decadimento del Radio. Quando di parla di decadimento si definisce un processo naturale attraverso il quale una sostanza radioattiva si trasforma spontaneamente in un’altra sostanza. Trasformandosi però emette radiazioni, e sono proprio queste a causare le complicazioni presenti nell’esposizione al Radon.

Perché il Radon è un pericolo per case e abitazioni?

Abbiamo già evidenziato come il Radon sia un Gas che nasce dal decadimento del Radio. Nella realtà poi, questa sostanza fuoriesce dal terreno attraverso porosità e crepe, è presente in alcuni materiali da costruzione (cementi, laterizi, graniti o tufi.) e infine può essere rilasciato dall’acqua.

All’aperto il Radon non è un problema in quanto si disperde molto velocemente nell’atmosfera, il problema infatti è quando questo si concentra all’interno degli ambienti chiusi in cui sia penetrato attraverso crepe, fessure, giunti di connessione, canalizzazioni d’impianti idraulici, elettrici e di scarico.

Quali sono le stanze della casa più a rischio?

Fuoriuscendo dalla terra, i locali maggiormente interessati dall’eventuale presenza di Radon sono quelli che si trovano più vicini al suolo. Scantinati, seminterrati, stanze site al piano terra, sono tutti ambienti dove il Radon è “naturalmente” presente. Le stanze del primo piano di una casa, o quelle superiori sono solitamente caratterizzate da una concentrazione di radon estremamente bassa.

Possiamo bonificare al 100% una casa dalla presenza di Radon?

NO. Il Radon non potrà mai essere completamente eliminato. Esistono comunque procedure e tecniche che un bravo progettista dovrebbe conoscere e con le quali è possibile ridurre la concentrazione di Radon e rendere cosi questi ambienti esenti dai rischi correlati alla presenza di Radon.

Vuoi diventare un esperto in interventi di risanamento Gas Radon cosi come previsto dal Decreto Legislativo 101/2020?

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi